Quanto tempo serve per preparare il test d’ammissione?

Tra lo studio per le verifiche, interrogazioni, gli hobby, e magari anche maturità e patente, il tempo da dedicare alla preparazione dei test d’ingresso è limitato e può togliere molto (meritato) tempo libero. La prima domanda che spesso ci si pone è: quanto tempo serve per prepararsi adeguatamente al test d’ingresso, per esempio di Bocconi, Cattolica o del Politecnico di Milano?

Purtroppo una risposta univoca non esiste! Se chiedete a chi è già entrato in queste università, avrete risposte molto soggettive. Qualcuno potrà dire che non si è preparato affatto, mentre qualcun altro vi dirà di averci messo mesi e di aver provato plurime volte il test prima di aver ottenuto un punteggio soddisfacente. Questo perché la preparazione pregressa è fondamentale.

Spesso i test d’ingresso, soprattutto il TOL del Politecnico di Milano ed il test d’ammissione alle università Bocconi e Cattolica – Economia, richiedono la conoscenza di nozioni spesso insegnate alle scuole superiori, quali algebra, aritmetica, geometria, goniometria e trigonometria. Ma altrettanto spesso, quando ci troviamo davanti a quei quesiti si rimane spiazzati dagli argomenti trattati.
Infatti, a differenza delle verifiche scolastiche che testano un argomento per volta, il test d’ingresso richiede una conoscenza trasversale. Sembra impensabile e molto dispendioso in termini di tempo studiare tutti gli argomenti di matematica (e magari fisica) trattati dal primo anno di superiori sino al quarto o quinto, ed in effetti lo è!

Certo, studiando tutti gli argomenti richiesti si arriverà adeguatamente preparati, ma quanto tempo richiede! Per questo, bisogna prima di tutto riconoscere quali sono gli argomenti (e formule!) richiesti. Esercitandosi e guardando molti quesiti potreste riconoscere che le formule ed argomenti da conoscere non sono poi così tanti quanto sembrano, ma anche questa soluzione è fattibile solo se si hanno a disposizione tempo e quesiti.

Per questo motivo Unitest offre approfondimenti sintetici e dedicati per velocizzare l’apprendimento dei concetti e delle formule necessari per affrontare il test. E se questo non fosse sufficiente, le correzioni dettagliate di ogni quesito ti guideranno nell’uso corretto delle formule ma soprattutto nell’approccio da seguire per risolvere il più velocemente i quesiti.

ATTENZIONE però, conoscere la teoria e saper fare i quesiti non è sufficiente! Bisogna infatti contare che i test hanno un tempo limitato e saper ottimizzare il tempo per risposta è fondamentale per assicurarsi un buon punteggio. Per questo motivo, le simulazioni di Unitest replicano le modalità, gli argomenti e i tempi previsti per i test d’ingresso, così da consentirti di prepararti nella maniera più accurata possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.