POLIMI o POLITO: dove frequentare ingegneria?

Vuoi frequentare ingegneria e hai deciso di farlo in un Politecnico? A seconda della persona con cui parlerai, ti sentirai dire “il Politecnico di Milano è meglio” o “il Politecnico di Torino è meglio”.

Partiamo da un presupposto: entrambi i Politecnici sono eccellenze riconosciute a livello internazionale, per cui avere la scelta tra questi due atenei è un privilegio a cui non tutti possono aspirare!

Ma vediamo tre fattori cruciali da considerare per la scelta: eccellenza per corso di studi di ingegneria, costo per lo studio e per la vita nella città (per studenti fuori sede), opportunità lavorative

Prova subito le simulazioni gratuite dei test di ingresso di Unitest!

Eccellenza per corso di studio

Entrambe le università presentano un posizionamento ottimo a livello globale, secondo l’autorevole e riconosciuto QS ranking 2021. Il Politecnico di Milano supera però il Politecnico di Torino in tutte le aree disciplinari presentate.

Area DisciplinarePosizionamento Politecnico di Milano a livello globalePosizionamento Politecnico di Torino a livello globale
Ingegneria Chimica (e correlati)37°98°
Ingegneria Civile (e correlati)13°33°
Ingegneria Meccanica (e correlati)15°30°
Ingegneria Elettrica ed Elettronica (e correlati)22°45°
Ingegneria – Classifica generale20°39°

A livello italiano, il Politecnico di Milano risulta essere il primo ateneo, seguito dall’università di Bologna, dalla Sapienza di Roma, dall’università di Padova, dall’università di Milano, e al sesto posto dal Politecnico di Torino!

Guarda tutte le classifiche sul sito del QS ranking

Quanto costa studiare al Politecnico?

Chiaramente, dipendentemente dalla tua fascia di reddito (che considera i redditi del tuo nucleo familiare) misurata tramite il modulo ISEE (compilabile tramite il CAF) il costo cambierà. Vediamo comunque quanto si paga per entrambi gli atenei.

Politecnico di Milano

Prima rata: 888,59€. Se l’ISEE è inferiore a 23.328€ avrai diritto ad una prima rata ridotta, calcolata secondo la seguente formula: 0,07*(ISEE -13.000 €).

Seconda rata: Dipende dall’ISEE, dal numero di esami svolti e dalla media pesata dei voti. Può variare da 0€ (in caso di merito o di ISEE basso) sino a 3.726€. Questo è il contributo complessivo, quindi la seconda rata sarà il contributo così calcolato meno quanto pagato in prima rata.

A questi importi potranno essere applicate maggiorazioni (penalità) o riduzioni in casi specifici. Per ulteriori dettagli leggi pure la normativa specifica

Politecnico di Torino

Prima rata: 161€

Seconda rata: da 0€ a 2.440€

Per ulteriori dettagli leggi pure la guida del Polito

Quindi mentre il costo annuale del Politecnico di Milano varia da 723€ a 3.726€, quello del Politecnico di Torino varia da 161€ a 2.601€. ATTENZIONE: entrambi gli atenei presentano penalità per studenti fuori corso e agevolazioni per fasce di reddito basse o di merito (media dei voti elevati) che possono fare la differenza!

Certamente se abiti a Milano o a Torino (o nei prossimi dintorni) ti sarà più comodo e conveniente frequentare l’università nella tua città. Ma se così non fosse, dovrai probabilmente considerare l’idea di vivere nella città dove studierai e sostenere costi di affitto e vitto.

Considera che, secondo Numbeo, il costo della vita di Milano è tra il 20% e il 40% superiore rispetto a quello di Torino. Quindi se a Torino è possibile trovare una stanza per studenti (in appartamento condiviso) a 300€/mese, a Milano si dovrà più probabilmente partire da 400€/450€ al mese. Considera di spendere circa 500-550€/mese a Torino per vitto e alloggio contro i 650€ o più di Milano!

Opportunità lavorative

Sicuramente una forza del Politecnico di Milano è il suo rapporto con le aziende e la capacità di formare laureati che trovano lavoro, spesso anche mesi prima della laurea!
A 5 anni dalla laurea, il 99% dei laureati è impiegato con uno stipendio medio che supera i 2.000€ mensili netti. Ma già a un anno dalla laurea il 96% dei laureati è impiegato con uno stipendio medio di 1.600€ mensili netti

Il Politecnico di Torino ha risultati altrettanto soddisfacenti! A 5 anni dalla laurea, il 94% dei laureati è impiegato con uno stipendio medio che supera i 1.800€ mensili netti. A un anno dalla laurea l’83% dei laureati è impiegato con uno stipendio medio di 1.370€ mensili netti.

Insomma, una volta entrati, l’unica preoccupazione sarà studiare perché il lavoro non tarderà ad arrivare.

Cosa aspetti? Entra in uno dei Politecnici grazie ai test di Unitest.app, prova subito le simulazioni gratuite!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.